Organisation of teaching activities


Orario delle lezioni

L’orario delle lezioni è consultabile online al seguente portale. All’inizio dei corsi l’orario può subire delle variazioni, pertanto si consiglia di consultare frequentemente il portale indicato e di avere conferma, in ogni caso, dal docente del corso.


Aule e laboratori

Le aule e i laboratori che sono di solito utilizzati dagli studenti della triennale sono i seguenti:

Aula/LaboratorioUbicazioneCapienzaAnno di corso
Aula DR-Corpo G20primo/secondo
Aula ER-Corpo G28primo/secondo
Aula FR-Corpo G14primo/secondo
Aula GR-Corpo G16primo/secondo
Aula HR-Corpo G15primo/secondo
Aula IR-Corpo G80primo/secondo
Lab. ElettronicaS-7242primo/secondo
Lab. MultimedialeS-8045primo/secondo
Lab. Fis. Nucl. e SubNucl.S-8210primo/secondo
Lab. Strum. elettr.S-8315primo/secondo
Lab. Ottica AS-8430secondo
Lab. Ottica BS-7827secondo
Legenda: S=piano sotterraneo, R=piano rialzato, I=piano primo, II=piano secondo

Piani didattici

I Piani didattici sono caratteristici della coorte (a.a.2013-14, a.a. 2014-15, etc.). Pertanto devi riferirti al Manifesto degli Studi dell’anno accademico di immatricolazione/iscrizione per consultare tutti i dettagli.


Piano di Studi e Propedeuticià (art.5 del RD)

In allegato al Regolamento Didattico si riporta l’elenco degli insegnamenti con l’indicazione dei settori scientifico-disciplinari di riferimento, l’eventuale articolazione in moduli, gli obiettivi specifici e i crediti di ciascun insegnamento, la ripartizione in anni, l’attività formativa di riferimento (di base, caratterizzante ecc..), il piano di studi ufficiale e ogni altra indicazione ritenuta utile ai fini indicati.

Si raccomanda fortemente agli studenti di sostenere esami o prove di verifica secondo la sequenza dei corsi così come indicati nel piano di studio.

Lo studente è obbligato a rispettare soltanto le propedeuticità di alcune prove di verifica così come di seguito elencato:

  • Le prove dei corsi d’insegnamento del I semestre del I anno sono propedeutiche a quelle dei corsi dei semestri successivi appartenenti allo stesso settore scientifico disciplinare, con esclusione dei corsi annuali del I anno.
  • La prova di Laboratorio di Elettronica è propedeutica a quella di Laboratorio di Fisica Nucleare e Subnucleare

Curricula e Piani di studio individuali (art.6 del RD)

Il Corso di Laurea Magistrale in Fisica è articolato nei seguenti curricula:

1)  Fisica Teorica Generale;

2)  Fisica Nucleare, Subnucleare e Astroparticellare;

3)  Fisica della Materia e Applicata.

Tra le attività formative a scelta dello studente, il Consiglio propone alcuni corsi d’insegnamento. Se lo studente intende avvalersi di altre attività formative, deve farne richiesta al Consiglio il quale valuterà se esse, come prescritto dall’art. 10 del DM 270/2004, siano coerenti con il progetto formativo.

I crediti acquisiti a seguito di esami eventualmente sostenuti con esito positivo per insegnamenti aggiuntivi rispetto a quelli conteggiabili ai fini del completamento del percorso che porta al titolo di studio rimangono registrati nella carriera dello studente e possono dare luogo a successivi riconoscimenti ai sensi della normativa in vigore. Le valutazioni ottenute non rientrano nel computo della media dei voti degli esami di profitto.

Il Consiglio può riconoscere altre forme di verifica dei requisiti di accesso alla cui progettazione e realizzazione abbiano concorso Università statali o legalmente riconosciute.